image_pdf

Giovanni 15,1-8

A volte ci chiediamo perché le nostre azioni, le nostre preoccupazioni non portano frutto. Oppure non risultano produrre quello che noi vorremmo, come noi lo vorremmo e quando noi lo vorremmo.

Non solo negli impegni quotidiani di lavoro, di impegno casalingo e di preoccupazione per la casa.

Ma soprattutto nell’educazione dei figli e dei giovani, che hanno ricevuto da Dio stesso, insieme al dono della fede, anche il dono responsabile della libertà. Se per caso ci intestardiamo a voler far cambiare loro idea, pretendendo di essere noi i protagonisti a ri-portarli verso i comandamenti e la Chiesa, tutto questo sarà solo occasione di incomprensioni e di litigi sempre più accesi: otterremo esattamente il contrario.

Gesù ci dice: “Io sono la vite, voi i tralci”. Solo mettendoci nella prospettiva di Gesù, solo ponendo realmente Gesù al centro cambieremo modo di vedere. Smettiamo di guardare sempre ed esclusivamente a noi stessi secondo i nostri occhi: incontreremo solo uno specchio che riflette.

Guardiamo invece a Gesù. Guardiamo a noi stessi, a voi come coppie, a voi come genitori, ai ragazzi che crescono. Ma secondo lo sguardo di Gesù. Nella sua luce.

Cosa ci dice su Dio, su di noi, sulle persone a cui vogliamo bene, su tutti quelli che non riusciamo a sopportare?

  1. Abbiamo un Padre, che come un vignaiolo esperto e pieno di cure, che sa quanto vale una vite, ci assiste, ci accompagna ed è fedele alle sue promesse.
  2. C’è Gesù, la vite di cui noi siamo i tralci. Siamo creati già a sua immagine, siamo chiamati a acconsentire sempre più alla somiglianza con Lui. Come può un tralcio non assomigliare alla vite in cui vive? Solo staccandosene e morendo senza nutrimento autentico.
  3. C’è la linfa vitale, che percorre tutta la vite, dalle nascoste radici alle ultime foglie: è lo Spirito Santo, lo Spirito di Dio che abita anche in noi. Lasciamolo viaggiare nelle nostre profondità più intime e forse dolorose, al centro delle nostre preoccupazione, in vetta al nostro spirito. In tutto i luoghi interiori in cui Dio può conversare con noi.

Dio è fedele e compirà la sua opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.