image_pdf

Oggi celebriamo il fatto che la nostra umanità è innalzata accanto al Padre, insieme a Cristo, per la potenza dello Spirito santo: tutto di noi, sofferenze, desideri, bisogni, ferite, umiliazioni, preoccupazioni… anche gioie, speranze, amori, sorprese…

Grande tentazione: credere che il cielo, la vita cristiana sia lontana, impossibile, per l’uomo d’oggi.

Ma Cristo non se ne è anda­to se non dai nostri sguardi.

Egli è il Vicino-lontano oltre il cielo e den­tro tutte le cose, oltre ogni forma e più intimo a me di me stesso. La sua assenza è diventata una più ardente presenza.

 

San Francesco di Sales scriveva a questo proposito:

“Ti sembrerebbe cosa fatta bene che un Vescovo pretendesse di vivere in solitudine come un Certosino? E che diresti di gente sposata che volesse rimanere povera come i Cappuccini? Di un artigiano che passasse le sue giornate in chiesa come un Religioso? E di un Religioso sempre alla rincorsa di servizi da rendere al prossimo, in gara con il Vescovo? Non ti pare che una tal sorta di carità sarebbe ridicola, squilibrata e insopportabile?

Qualunque genere di pietra preziosa, immersa nel miele diventa più splendente, ognuna secondo il proprio colore; lo stesso avviene per i cristiani: tutti diventano più cordiali e simpatici nella propria vocazione se le affiancano la vera carità: la cura per la famiglia diventa serena, più sincero l’amore tra marito e moglie e tutte le occupazioni più dolci e piacevoli.

Pretendere di eliminare la carità dalla caserma del soldato, dalla bottega dell’artigiano, dalla corte del principe, dall’intimità degli sposi è un errore, anzi un’eresia.

Poco importa dove ci troviamo: ovunque possiamo e dobbiamo aspirare alla carità, alla comunione con Cristo”.

 

 

Il verbo greco del capitolo 16 suona così: «Il Signore era la loro e­nergia», sinergia. Cristo, il Vicino­-lontano, forza del cuore, si­nergia degli amori.

 

Alcuni esempi quotidiani:

  • Gianna Beretta Molla:
    • Marito: non mi sono accorto di essere vissuto accanto ad una santa
    • “Non si scherza con i bambini. So ben che per gli altri tre figli, così piccoli, sono necessaria, ma per quello che porto in grembo sono indispensabile. Per gli altri Dio provvederà attraverso altre vie, ma per quello che porto in grembo io sono l’unica via di Dio”
  • Genitore che ha lasciato lavoro molto più redditizio per rimanere con la propria famiglia.
  • Gestire le gelosie, le invidie…
  • Perdono, nonostante tutto…

 

Don Bosco:

  • Dove andiamo? In paradiso
  • Pane, lavoro e paradiso
  • Piedi saldi in terra e cuore-mente in cielo (vedi costruzione basilica Ausiliatrice e Sacro Cuore mentre era pieno di debiti; quando più allegro del solito: pieno di problemi)

 

Una famosa preghiera dice: «Cristo non ha mani se non le nostre mani; non ha pie­di se non i nostri piedi». Vor­rei capovolgere questa pre­ghiera e dire: Sono io che non ho mani se non sono le mani di Cristo. Io che non ho voce, non ho parole, non desideri o sogni veri, se non sono quelli venuti dal Van­gelo. Non ho un mio amo­re se non è sinergia con l’a­more di Dio.

One Comment

  1. L ufficio delle letture di oggi venerdi fa meditare su un brano tratto dai “trattato su San Giovanni” di Sant’Agostino. In particolare due righe mi hanno dato il senso: “invece Giovanni, l’evangelista, posò il capo sul petto di Cristo”. Mi sono immaginata io, con il capo posato, abbandonato, sul cuore del mio Dio, del mio Creatore. Quale ineffabile gioia!!! Quale indicibile emozione! Quasi il corpo non esiste più, quasi si pregusta la sconfinata, totale, globalizzante Gioia della vita eterna. Là dove il mio Signore mi mostra di essere andato (di andare continuamente….nel tempo di Dio non esiste il tempo, il.momento…) portando tutta la mia umanità, elevando e purificando tutto il mio essere in un sommo gesto di amore e perdono. Ecco che sono davvero con il capo posato sul petto di Cristo ascoltando il battito del suo cuore…ed il mio si placa.

    annalisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.