image_pdf

Il sinodo dei vescovi che si è aperto il 3 ottobre sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” è stato recentemente definito da mons. Raul Biord Castillo, SDB, vescovo di La Guaira (Venezuela), “un sinodo dal sapore salesiano”.

 

In effetti, non gli si può dar torto: sia perché il tema prescelto ha evidentemente a che fare con l’accompagnamento pastorale dei giovani, cioè con le radici stesse del carisma salesiano; e sia per l’ampia rappresentanza di Salesiani che vi interverranno, ben 16, in vari modi selezionati per partecipare a questa assise ecclesiale così importante.

Tra i padri sinodali si segnalano innanzitutto: il Rettor Maggiore della Congregazione Salesiana, Don Ángel Fernández Artime, eletto dall’Unione dei Superiori Generali (USG); e con incarichi speciali, nominati direttamente dal Santo Padre, il card. Charles Maung Bo, arcivescovo di Yangon (Myanmar), che sarà uno dei quattro Presidenti Delegati; e don Rossano Sala, uno dei due Segretari Speciali del Sinodo.

Salesiani che partecipano al Sinodo come eletti dalle rispettive conferenze episcopali sono: mons. Roberto Bergamaschi, Vicario Apostolico di Awasa (Etiopia); mons. Miguel Angel Nguema Bee, vescovo di Ebebiyin (Guinea Equatoriale); mons. Eduardo Pinheiro Da Silva, vescovo di Jaboticabal (Brasile); mons. Patricio Buzon, vescovo di Bacolod; mons. Virgilio Do Carmo Da Silva, vescovo di Dili (Timor Est); mons. Joaquim Augusto Da Silva Mendes, vescovo ausiliare di Lisbona (Portogallo); mons. Stefan Oster, vescovo di Passau (Germania); mons. Pedro Baquero, vescovo di Kerema, (Papua Nuova Guinea).

Tra i membri di nomina pontificia ci sono invece il card. Daniel Fernando Sturla Berhouet, arcivescovo di Montevideo (Uruguay); e mons. Luc Van Looy, vescovo di Gent, Gand (Belgio).

Come membro del Consiglio Ordinario c’è poi anche il card. Oscar Andrés Rodríguez Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa (Honduras).

Infine, vi partecipano come collaboratori del Segretario Speciale del Sinodo anche don Andrea Bozzolo, docente di Teologia Dogmatica presso la Sezione di Torino della Facoltà di Teologia dell’Università Pontificia Salesiana, e don Renato De Guzman, Catechista incaricato dell’Ufficio per la Pastorale del Centro Don Bosco (Filippine).

Per la Famiglia Salesiana partecipano anche, come uditrici, le Figlie di Maria Ausiliatrice: suor Lucy Muthoni Nderi, operatrice pastorale per giovani in difficoltà sociale e bambini di strada ed educatrice in casa famiglia in Kenya; e suor Alessandra Smerilli, docente di Economia presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium e membro del Comitato scientifico e organizzatore delle Settimane Sociali dei Cattolici della CEI.

Una così ampia partecipazione di Salesiani al sinodo sui giovani favorirà certamente la diffusione delle buone pratiche salesiane nella Chiesa e l’assimilazione degli spunti e delle conclusioni del sinodo nella Congregazione.

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.