image_pdf

Attraverso la solidarietà le persone interagiscono; un gesto che accresce in loro il senso di condivisione.

 

 

Un gruppo di donne a Betlemme, ha per questo invitato i bambini della scuola Sant’ Afram a realizzare un piccolo atto di beneficenza. E così i piccoli hanno deciso di donare una parte della loro paghetta per comprare articoli di cancelleria per i loro compagni più bisognosi nella Striscia di Gaza.

NELLY ABU AITA Tutor – Scuola St. Afram / Beit Jala

È un messaggio d’amore – un messaggio da un bambino palestinese a un altro bambino palestinese. Un dono che potrebbe rendere felice quei bambini che vivono condizioni molto difficili e un blocco economico. Forse un modo molto semplice per far sì che uno studente si senta felice mentre sta per intraprendere un nuovo anno scolastico è quello di ricevere uno zaino o della semplice cartoleria. L’idea è appunto di regalare loro beni utili in cambio di un dono più sostanziale che ci viene dato dai bambini di Gaza: la loro resistenza e il superamento dell’oppressione e del dolore. Dare è il culmine della gioia. Pensieri improvvisati; un vocabolario semplice, con qualche errore di grammatica… ma sono impeccabili i loro sentimenti e il loro impegno. I bambini della scuola hanno impresso messaggi d’ amore e pace su carta bianca, bianca come il loro cuore, dimostrando cosi il loro sostegno ai bambini di Gaza, incoraggiandoli a proseguire gli studi nonostante le condizioni di vita difficili

LAIAN Scuola St. Afram / Beit Jala INSEGNANTE: Cosa hai donato? ALUNNA: Una piccola scatola piena di matite colorate per il bene dei bambini di Gaza INSEGNANTE: Perché hai donato per Gaza? ALUNNA: Perché Gaza è stata quasi distrutta

“Perché Gaza è stata quasi distrutta” – parole spontanee pronunciate da una ragazzina Laian, di età non superiore ai 10 anni. Un messaggio semplice che riflette la dura situazione vissuta dal popolo di Gaza. Lei, come altri bambini palestinesi, si è resa conto che vivere la vita quotidiana normalmente non è alla portata di tutti i bambini e questi articoli di cancelleria per la scuola non sono altro che una piccola goccia che può contribuire a donare un momento di gioia in mezzo a tanta sofferenza.

 

Fontehttps://cmc-terrasanta.org/it/media/terra-santa-news/15805/cancelleria-e-zaini-in-dono-ai-bambini-di-gaza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.