Lodovica Maria Zanet: “Più vivi, più umani” Antropologia della santità.

image_pdf

Non avere paura della santità. Non ti toglie forze, vita, gioia. Tutto il contrario, perché arriverai ad essere quello che il Padre ha pensato quando ti ha creato e sarai fedele al tuo stesso essere. Dipendere da Lui ci libera dalle schiavitù e ci porta a riconoscere la nostra dignità (Papa Francesco).

Continua a leggere

Sul Mistero Pasquale e il Mistero Nuziale

image_pdf

Nell’agire di Dio con l’umanità è tolta la barriera tra Colui che agisce e la “platea”; l’uomo non è spettatore ma co-attore nel dramma di Dio, o spettatore solo in quanto è anche co-attore, ed egli non si guarda soltanto sulla scena ma realmente agisce in essa.
(H. U. von Balthasar, Teodrammatica 1, 22)

Meditazioni dopo la lettura di un preziosissimo libro:
UN CERTOSINO, La Messa Mistero nuziale, Gribaudi, Torino, 1981.

Continua a leggere

Hai due minuti per leggere questa pagina? (per documentarsi e non reagire in modo scomposto): Raffaele Simone

image_pdf

Vi sono libri importanti in ragione del loro argomento e del modo in cui esso viene trattato, oppure in ragione di qualche peculiarità del loro autore, e vi sono libri, poi la cui importanza dipende da un’altra ragione ancora: dal clamore straordinario o all’opposto dal silenzio sospetto che li accoglie. Il libro di Raffaele Simone L’ospite e il nemico (Garzanti) ha la singolarità di segnalarsi per tutti e tre i motivi ora detti: non solo perché tratta di un tema chiave come la grande migrazione dal Sud del mondo di cui l’Europa è la meta da anni, ma perché il tema stesso, a differenza di tante altre pubblicazioni analoghe, è svolto in modo quanto mai documentato e soprattutto con una totale spregiudicatezza; infine perché dell’uscita del libro nessuno ma proprio nessuno ha mostrato di accorgersi.

Continua a leggere

Da Raffaella Frullone (Il Timone). “Protocollo di morte interrotto, Vincent vive!”

image_pdf

«La Francia deve rispettare la decisione del Comitato dell’Onu per i diritti delle persone con disabilità! Questo significa che da ora l’alimentazione e l’idratazione di Vincent devono essere ripristinate senza indugio! È un’immensa vittoria!». Jean Paillot, avvocato dei genitori di Vincent, non riesce a trattenere l’emozione quando, verso le 22.40 di ieri, giorno in cui tutto sembrava perduto, annuncia la decisione della Corte d’Appello di Parigi di fronte alle centinaia di persone radunate a pochi passi dall’Eliseo a sostegno di Vincent. Sperando contro ogni speranza.

Continua a leggere

Benedetto XVI. Viaggio Apostolico in Portogallo nel 10° anniversario della beatificazione di Giacinta e Francesco, pastorelli di Fatima (11-14 MAGGIO 2010)

image_pdf

Grande Piazzale di Av. dos Aliados di Porto. Venerdì, 14 maggio 2010

Sì! Siamo chiamati a servire l’umanità del nostro tempo, confidando unicamente in Gesù, lasciandoci illuminare dalla sua Parola: «Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga» (Gv 15,16). Quanto tempo perduto, quanto lavoro rimandato, per inavvertenza su questo punto! Tutto si definisce a partire da Cristo, quanto all’origine e all’efficacia della missione: la missione la riceviamo sempre da Cristo, che ci ha fatto conoscere ciò che ha udito dal Padre suo, e siamo investiti in essa per mezzo dello Spirito, nella Chiesa. Come la Chiesa stessa, opera di Cristo e del suo Spirito, si tratta di rinnovare la faccia della terra partendo da Dio, sempre e solo da Dio!

Continua a leggere

TACERE

image_pdf

Questi sono giorni in cui ci si aspetta che i Cristiani lodino ogni fede tranne la propria.

(G.K.Chesterton)

 

E tutto cospira a tacere di noi, un po’ come si tace
un’onta, forse, un po’ come si tace una speranza ineffabile.

(R.M. Rilke)

E per noi, cos’è Cristo?
Chi è Cristo?
Perché taciamo?

Continua a leggere

Andrea Torquato Giovanoli. “Cose che una donna. Prontuario di femminismo medievale”

image_pdf

Ci sono uomini che a dispetto di grandi impegni lavorativi e famigliari sfornano un libro dietro l’altro, e magari hanno pure la ventura di riuscire interessanti: qualcuno li chiama scrittori. Il garbo e la tagliente ironia dell’orafo milanese si riversano stavolta sulla parte rosa del mondo. (di Claudia Cirami)

Continua a leggere

Da Giulia Tanel (NuovaBussolaQuotidiana). “Mostrami l’amore”, così si parla di (vera) affettività

image_pdf

Nel nostro contesto ipersessualizzato e pornografico, dove si moltiplicano i corsi che riducono la sessualità a mero “tecnicismo”, è importante formare una cultura affettiva sana che coinvolga i genitori come primi responsabili dell’educazione dei figli. Con questi scopi nascono i cinque sussidi di Mostrami l’amore, rivolti a diverse fasce d’età e intesi a trasmettere tanti insegnamenti oggi ignorati.

Continua a leggere