Spunti sulla Pentecoste

Il Fuoco, che è Dio, discende sugli apostoli e si divide in 12 lingue: uno stesso Spirito, di cui a ciascuno è donato un carisma particolare.

Di fronte alla Chiesa, ai cristiani, alla gente del 2019, mi paiono importanti tre sottolineature:

  1. L’unità dei cristiani. Quanto mai difficile, tra progressisti e tradizionalisti, con tutto quello che comporta.
  2. La specificità di ciascuno. Ognuno è un dono prezioso per la Chiesa. Pur sapendo che può esserlo ancora di più.
  3. Il valore universale della missione donata ad ognuno. Anche quando parte da un nascosto letto d’ospedale, fa del bene a tutti, arriva e colpisce nel profondo ciascuno.

L’augurio è di arrivare a Messa domani lasciandosi pervadere, configurare secondo l’ordine dell’Amore da parte dello Spirito Santo.

 

don Paolo Mojoli