C’era una volta Famiglia Cristiana…

image_pdf

Quella volta la compravo anch’io. Parlava veramente di Chiesa (cattolica), di cristiani cattolici, di persecuzioni e di martiri nel mondo, di attualità (con acume e spirito critico), di sacerdoti dalla vita di sacrificio per Dio e per la gente.

Oggi la sorpresa: il diavoletto (sicuramente lui) mi ha fatto arrivare ad un link pubblicato dal Corriere della Sera, che presenta il seguente video:

il viceparroco dj

 

Ovviamente, sono rimasto incredulo per la blasfemia e per il fatto che nessuno certamente prenderà provvedimenti.

Ma il satanello non ha finito il suo lavoro e mi ha suggerito uno strano pensiero: vuoi che a Famiglia Cristiana non lo conoscano e non gli abbiano fatto pubblicità?

Purtroppo sono troppo curioso e malizioso, infatti solo cercando il suo nome e cognome nel sito di Famiglia Cristiana lo si trova ben tre volte in meno di un anno (agosto 2016-2017)

Basta seguire la ricerca di don Roberto Fiscer e si trova il nostro:

Giusto per capire meglio il tipo (ormai il satanello ha preso piede in me), vado semplicemente su you tube, cerco il nome e come primo risultato trovo quanto appena sotto:

https://youtu.be/FtuYP2WLMiE?t=6

 

Un calippo e una birra per rappresentare la Santissima Eucaristia… boh, mi sembra un po’ fuorviante
(non voglio neppure sapere se ci siano altri significati a me nascosti).

 

MA TORNIAMO E CONCLUDIAMO CON FAMIGLIA CRISTIANA

Possibile che, dopo averlo esaltato, non si accorga di che tipo sia e denunci gli oltraggi alla Chiesa Cattolica, ai veri Sacramenti e a tutti quelli che credono in una forma sicura che Gesù Cristo è al centro, non il personaggio di turno. Di che ministero può parlare questo don, se – finché c’è lui – si immagina che tutti gli vadano dietro; se invece mancano mascherate come questa, la Chiesa Cristiana Cattolica cade.

 

Solo un appello:

Famiglia Cristiana, torna ad essere fedele al tuo nome… e possibilmente anche Cattolica!

 

don Paolo Mojoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

donPaolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto