domenica 5 luglio 2020. “Ti rendo lode, Padre”

image_pdf

Questa domenica abbiamo l’onore di ascoltare, cogliere, comprendere, assimilare il modo in cui pregava Gesù. Anzitutto è una preghiera di lode, benedizione, ringraziamento. E poi troviamo una stupenda esortazione rivolta all’umanità perché non perda mai la speranza.

Al centro, troviamo come protagonista Gesù, la sua Parola (il suo soffio, lo Spirito Santo) e il Padre che viene lodato e ringraziato. Il Signore vive e agisce sempre con la Trinità al completo. Si tratta di una bellezza gloriosa e delicata, poi efficacissima, che non ha confini.

La benevolenza del Padre che decide liberamente di affidare gli innumerevoli aspetti della sua Persona proprio ai piccoli, ai miti. A coloro che confidano in Dio invece che in se stessi e nelle proprie forze.

La perfetta comunione tra Gesù, il Padre e i piccoli nell’orgoglio.

In realtà, l’unico che può insegnare la mitezza è solo Gesù, che ci  e questa verità ci viene mostrata non solo con le parole, ma soprattutto con la vita: il bene è più forte del male e che la vera forza, l’autentico potere consiste nel servizio.

 

donPaolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto