image_pdf

Come coltivare la speranza nella Chiesa?

Già gli antichi Padri affermavano la santità e la purezza della Chiesa, riferendosi all’origine divina.

Al tempo stesso non si fermavano nel definirla biblicamente prostituta, cioè infedele e peccatrice nelle persone umane che la compongono.

In realtà, in modo similare a quello di Cristo, vero Dio e vero uomo, le due dimensioni non si possono scindere completamente.

Oggi, travolti e sballottati da tradizionalisti e riformisti, ecologisti e liturgisti, chi vuole aprire tutti i porti ai musulmani e chi ne ha paura… dobbiamo prendere una posizione.

Ma chi e cosa ci assicura che il nostro sia l’atteggiamento più evangelico? Sono talmente tanti a strumentalizzare la Parola di Dio!

E chi ci ricorda che siamo invitati alla duplice mensa, composta non solo della Parola (vedi la posizione di Lutero e delle chiese riformate), ma anche e soprattutto del Pane di vita?

È tempo di scelte coraggiose. Peccato che in greco la stessa parola “scelta”, intesa in modo riduttivo, si traduca con “eresia”.

Come scegliere Cristo e la Chiesa “una, Santa, cattolica, apostolica”, vera speranza, rimanendo cattolici e non “eretici”?

Si accettano suggerimenti…

 

don Paolo Mojoli

Il Documento Preparatorio del Sinodo dei Vescovi sull’Amazzonia: tra forzature sottaciute e ingenuità velate. E’ questa la vera Chiesa cattolica?

Si chiede Aldo Maria Valli: «Taceranno i vescovi, successori degli Apostoli, e i cardinali, consiglieri del Papa nel governo della Chiesa, di fronte a questo manifesto politico-religioso che stravolge la dottrina e la prassi del Corpo Mistico di Cristo?».

Con questa domanda, più che giustificata, il professor Roberto de Mattei conclude l a sua analisi, che qui vi propongo, dell’Instrumentum laboris pubblicato dal Vaticano in vista del sinodo dei vescovi sull’Amazzonia, in programma nel prossimo ottobre. 

Al di là delle aperture, previste, circa sacerdoti sposati e ministeri per le donne, il documento è sconcertante, e preoccupante, per l’idea di fede e di Chiesa che esprime.

Continua a leggere

Dalla NBQ. Ora è troppo: basilica ostaggio dei Radicali a congresso

Ancora Napoli, ancora una profanazione. Il partito Radicale celebra il suo congresso nell’antica basilica di San Giovanni nel giorno di Ognissanti. Ad aprire il tempio al partito che più di ogni altro ha combattuto la fede, la morale e il sentimento cattolico degli italiani, una fondazione privata che lo affitta in accordo con la diocesi per eventi. Il segretario radicale: «Il ricavato va al restauro». Il parroco “ostaggio” – come il precedente – non ne sapeva nulla: «Ora basta, non posso neanche organizzare un’adorazione eucaristica. Il vescovo Sepe ristabilisca il culto». Il restauro, in realtà, è già stato pagato, ma la fondazione non ne parla. Ecco che cosa abbiamo scoperto.

Continua a leggere

La Messa Mistero nuziale. 2. L’Eucaristia dell’Antica Alleanza

Fra i testi che mostrano non solo la dipen­denza, ma il legame stretto fra la liturgia giu­daica e la liturgia cristiana, il più conosciuto è probabilmente il «Didaché», che ci offre una formula eucaristica del primo secolo della Chie­sa cristiana. Tale testo altro non è che una rac­colta delle preghiere della Sinagoga, con l’ag­giunta, qua e là, delle parole «per il Tuo ser­vitore Gesù Cristo» e consimili. Per il resto il testo è identico alla liturgia della Sinagoga.

Continua a leggere

Benedetto XVI. Viaggio Apostolico in Portogallo nel 10° anniversario della beatificazione di Giacinta e Francesco, pastorelli di Fatima (11-14 MAGGIO 2010)

Grande Piazzale di Av. dos Aliados di Porto. Venerdì, 14 maggio 2010

Sì! Siamo chiamati a servire l’umanità del nostro tempo, confidando unicamente in Gesù, lasciandoci illuminare dalla sua Parola: «Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga» (Gv 15,16). Quanto tempo perduto, quanto lavoro rimandato, per inavvertenza su questo punto! Tutto si definisce a partire da Cristo, quanto all’origine e all’efficacia della missione: la missione la riceviamo sempre da Cristo, che ci ha fatto conoscere ciò che ha udito dal Padre suo, e siamo investiti in essa per mezzo dello Spirito, nella Chiesa. Come la Chiesa stessa, opera di Cristo e del suo Spirito, si tratta di rinnovare la faccia della terra partendo da Dio, sempre e solo da Dio!

Continua a leggere

Andrea Torquato Giovanoli. “Cose che una donna. Prontuario di femminismo medievale”

Ci sono uomini che a dispetto di grandi impegni lavorativi e famigliari sfornano un libro dietro l’altro, e magari hanno pure la ventura di riuscire interessanti: qualcuno li chiama scrittori. Il garbo e la tagliente ironia dell’orafo milanese si riversano stavolta sulla parte rosa del mondo. (di Claudia Cirami)

Continua a leggere

Da Costanza Miriano. “Le domande grandi dei bambini. 1° Convegno Nazionale”

Guardavo questa locandina, pensando che vorrei tanto andare, e mi è caduto l’occhio sul contributo spese (20 euro), e ho pensato che una cosa così di euro ne vale milioni, anzi non ha prezzo, davvero. Trovare degli alleati nell’educazione dei nostri figli, uomini intelligenti che si mettano al servizio dell’educazione, è veramente l’emergenza numero uno della nostra civiltà. Non ce ne sono molti, in giro. Padre Maurizio Botta e don Andrea Lonardo sono due di loro: uomini che pregano e vogliono bene, che leggono e studiano e ragionano, e poi traducono il frutto del loro lavoro per creare un metodo di catechesi nuovo ma antico, cioè dire la verità ai ragazzi, prendendo sul serio, molto sul serio le loro domande.

Continua a leggere