image_pdf

Da Nuova Bussola Quotidiana. A Dio Sgreccia, padre della bioetica cristiana

Convinto assertore della necessità dell’incontro tra etica e scienza, il cardinale Elio Sgreccia, morto ieri a 91 anni, ha dedicato la sua vita a difendere l’idea dell’oggettività dell’essere umano. Teologo e presidente della Pontificia Accademia per la Vita, è stato una colonna della bioetica cristiana nell’ambito del rapporto con il diritto: aborto, eutanasia, fecondazione assistita, sperimentazione sull’uomo, biotecnologie. Il suo ultimo appello per Charlie Gard.

È venuto a mancare alla vigilia del suo 91esimo compleanno, il card. Elio Sgreccia. Una vita spesa per la bioetica, è morto nella sua casa di Roma stamattina. Teologo, presidente emerito della Pontificia Accademia per la Vita, aveva proseguito la sua attività in favore della vita dal concepimento alla morte naturale fino all’ultimo, partecipando in qualità di presidente agli incontri della Fondazione Ut Vita Habeant. Nato ad Arcevia, in provincia di Ancona, da una famiglia di contadini, Sgreccia si fece conoscere ed amare dai suoi studenti sin dagli anni Settanta, in qualità di assistente spirituale alla facoltà di medicina e chirurgia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Continua a leggere