image_pdf

Messaggio per il 50° della morte della Beata Maria Troncatti

Roma (Italia). Il 25 agosto 2019 si è celebrato il 50° della morte della Beata Suor Maria Troncatti, una Figlia di Maria Ausiliatrice missionaria nella foresta amazzonica, offrendo la sua vita per la pace tra i “colonos” e gli shuar.

In questa occasione, Madre Yvonne Reungoat, la Madre Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, dal Kenia dove è in visita all’Ispettoria “Nostra Signora della Speranza” (AFE), ha inviato un messaggio di cui si riporta il testo integrale:

Continua a leggere

La Messa Mistero nuziale. 6. Verso il cuore della Messa

L’esame che abbiamo fatto delle origini e dello sviluppo dell’Eucarestia nella Chiesa na­scente è stato soltanto un abbozzo. Ma ciò che si è intravisto è sufficiente per permetterci qualche ulteriore riflessione che ci faccia com­prendere meglio la natura e il contenuto del­l’Eucarestia cristiana. Come già affermato al­l’inizio il nostro scopo nell’indagare nella prei­storia del Mistero eucaristico è ben più di una curiosità: è una ricerca che ci deve permettere di cogliere con maggior certezza gli elementi essenziali dell’Eucarestia cristiana. Sono questi che ci interessano di più. Ricerche e considera­zioni collaterali, indubbiamente interessanti – l’Eucarestia è così ricca -, finirebbero per ri­sultare dispersive. Per questo vogliamo evi­denziare gli elementi essenziali dell’Eucarestia sinagogale e vedere come di fatto Gesù li ha trasformati nelle sorgenti della sua ricchezza divina nella nuova Alleanza.

La «berakah», l’Eucarestia della Sinagoga, era innanzitutto la risposta umana del popolo eletto alla Parola salvifica di Dio. Ed ecco la necessità di evidenziare – per quanto possibile nella brevità di questo capitolo – come l’Euca­restia cristiana realizza questo rapporto di Parola e risposta in tutta la sua pienezza divina.

Continua a leggere

Lodovica Maria Zanet: “La vita secondo lo Spirito: principi e dinamiche. Una lettura personale ed ecclesiale”

Che cosa è, però, la vita spirituale, di cui la santità è convincente manifestazione? La vita spirituale è, molto semplicemente, la vita nello Spirito Santo. Se si preferisce: è la vita di Dio in noi, comunicata dall’Amore del Padre e del Figlio. Non è, dunque, una vita che siamo noi a produrre: ma una vita che ci è offerto di accogliere. Non è una vita che dobbiamo inventarci: ma una vita che già esiste, per così dire nel seno della Trinità, e viene comunicata alla nostra libertà responsabile, secondo sfumature diverse. Non è anzitutto una vita da programmare: ma anzitutto una vita che ci raggiunge e riplasma.

Continua a leggere

 Lodovica Maria Zanet: “Più vivi, più umani” Antropologia della santità.

Non avere paura della santità. Non ti toglie forze, vita, gioia. Tutto il contrario, perché arriverai ad essere quello che il Padre ha pensato quando ti ha creato e sarai fedele al tuo stesso essere. Dipendere da Lui ci libera dalle schiavitù e ci porta a riconoscere la nostra dignità (Papa Francesco).

Continua a leggere