image_pdf

Domenica 22 dicembre 2019 avvio a Savona della Causa di Beatificazione di Vera Grita, salesiana cooperatrice

Insegnante e cooperatrice salesiana, nata a Roma il 28 gennaio 1923 e morta a Pietra Ligure il 22 dicembre 1969, è la portavoce di Gesù per l’Opera dei Tabernacoli Viventi.
Secondogenita di quattro sorelle, visse e studiò a Savona dove conseguì l’abilitazione magistrale. A 21 anni, durante una improvvisa incursione aerea sulla città (1944), Vera venne travolta e calpestata dalla folla in fuga riportando conseguenze gravi per il suo fisico che da allora rimase segnato per sempre dalla sofferenza. Passò inosservata nella sua breve vita terrena, insegnando nelle scuole dell’entroterra ligure, dove si guadagnò la stima e l’affetto di tutti per il suo carattere buono e mite.

Continua a leggere

Sant’Ambrogio cosa direbbe o farebbe?

Con le celebrazioni per Sant’Ambrogio appena concluse, la Chiesa di Milano avvia una vasta operazione di indottrinamento protestante. Per le prossime due settimane lo spazio del commento al Vangelo del giorno sul portale diocesano è affidato a marito e moglie, pastori evangelici della chiesa battista di via Pinamonte. E già si inizia con le bestemmie per l’Immacolata: «Maria? Una gravidanza irregolare. Ha accolto un richiedente asilo. Gesù». La protesta in massa di decine di sacerdoti che scrivono all’Arcivescovo.

 

Vedi https://lanuovabq.it/it/povero-santambrogio-la-tua-chiesa-e-diventata-protestante

150° della nascita del Servo di Dio Ignazio Stuchlý

(ANS – Roma) – Sabato 14 dicembre ricorrono i 150 anni dalla nascita del Servo di Dio Ignazio Stuchlý, avvenuta nel 1869 a Bolesław, piccolo villaggio dell’Alta Slesia, allora parte dell’Impero austro-ungarico.

Continua a leggere

Giais, gennaio 2000. Nella cameretta di una semplice casa di una frazione d’Aviano (Pordenone), c’è una ragazza che parla ogni sera con Dio.

«Amo immensamente Dio per avermi creata e per tutto ciò che ho e che non ho. Per tutte le persone che mi stanno accanto e mi proteggono da lassù. E poi devo ringraziarlo per avermi fatto conoscere il Don Bosco: Dio mio, che miniera d’oro quell’oratorio! Lì ho i veri amici e non dimentichiamo i ragazzi per l’Unità, loro sono proprio ganzi come il Don Bosco. Io adoro ambedue, quando mi ci ritrovo, sono la più felice del mondo. Ti ringrazio Dio!».

Continua a leggere

Pakistan. Cristiana convertita all’Islam e sposata a forza a un musulmano

Il rapimento è avvenuto il 10 di ottobre 2019. Le autorità pakistane, musulmane, non volevano accogliere la denuncia. Oggi i genitori stessi non sanno neppure se la giovane (14 anni!) sia ancora viva.

Quando toglieremo i paraocchi e ci renderemo veramente conto della persecuzione e della violenza perpetrate dalla religione islamica?

Intanto anche qui a Udine stanno concludendo la veloce costruzione di una grande moschea. E la reciprocità nel diritto di culto? Perché loro possono costruire anche qui in Italia e noi, nei paesi musulmani, siamo sorvegliati a vista se non perseguitati?

Vedi:

https://lanuovabq.it/it/pakistan-cristiana-convertita-allislam-e-sposata-a-forza-a-un-musulmano

https://www.peaceinsight.org/conflicts/pakistan/peacebuilding-organisations/national-commission-for-justice-and-peace-ncjp/

 

don Paolo Mojoli

E se Cristo avesse detto: “Sono venuto a portare un fuoco e come vorrei che fosse già acceso”?

Se n’è già occupata con dovizia di particolari e motivazioni La Nuova Bussola Quotidiana. Si tratta di un’intervista rilasciata dal cardinale arcivescovo di Bologna Mons. Matteo Zuppi al giornalista Michele Brambilla. Continua a leggere

NOVITA’: San Francesco di Sales. 24 passi nel quotidiano, ed. Shalom

Quante volte avremmo desiderato che qualcuno ci desse consigli pratici nelle situazioni difficili della nostra vita o che ci evitasse errori e cadute! Paolo Mojoli e Gianni Ghiglione tracciano un itinerario di 24 passi nella vita quotidiana, che tutti possono praticare, uomini e donne, consacrati e sposati, giovani e vecchi… Seguendo gli insegnamenti di san Francesco di Sales, vengono proposti in 24 passi alcuni brani tratti dalla Filotea per riflettere, meditare, pregare, agire. San Francesco di Sales, con la confidenza e l’amore di un padre, con la dolcezza dell’uomo che vive la santità e la concretezza di un direttore spirituale, ci prende per mano, guidandoci lungo il difficile cammino della santità, a cui tutti siamo chiamati. Accogliamo il suo invito a diventare santi, facendo del Vangelo la nostra regola di vita e impegnandoci ogni giorno a viverlo con amore (Barbara Giannini). Continua a leggere